domenica 7 ottobre 2018

Repubblica.it - Alessandria, il sindaco leghista dice no all'intitolazione del liceo a Umberto Eco: "Lede la memoria"








Bocciata la proposta del preside del "Plana", dove il filosofo alessandrino studiò, nonostante ci fosse anche l'autorizzazione della famiglia. La città si divide. Il Pd in Senato: "Decisione che offende e rattrista" di JACOPO RICCA "N'Eco profeta in patria". Magari il semiologo avrebbe usato uno dei suoi ironici calembour per commentare la mancata intitolazione al suo allievo più illustre, Umberto Eco appunto, del liceo classico Plana di Alessandria. A bocciare l'idea è la giunta comunale guidata dal sindaco leghista Gianfranco Cuttica di Revigliasco, eletto nel giugno scorso. "Bisogna coniugare lo slancio sotteso alla proposta di reintitolazione dell'istituto con la conservazione della memoria del passato, poiché è non dimenticando che si costruisce il futuro" scrive il primo cittadino nella delibera che dà parere negativo alla proposta fatta Roberto Grenna, attuale preside dell'istituto frequentato da Eco, che da qualche anno ha unito il liceo classico (intitolato all'astronomo ottocentesco Giovanni Plana, nato a Voghera in provincia di Pavia, che per otto anni insegnò nella scuola di artiglieria di Alessandria prima di essere chiamato a Torino) alle vecchie magistrali "Saluzzo" e che ora si chiama "Saluzzo - Plana"... https://torino.repubblica.it